Considerazioni finali incontro

Durante il dibattito mi sono state fatte alcune domande relative all’aspetto nocivo delle onde prodotte. Non sono entrato nello specifico con le mie risposte, in quanto non ho le competenze sufficienti per affrontare il discorso.

Tuttavia faccio notare, che la tecnologia del WiMax, continua ad essere utilizzata in ambiente militare, mentre per quanto riguarda il Wi-Fi, il suo impatto è notevolmente inferiore ai cellulari. Certo non va sottovalutato un impatto aggiuntivo all’elettrosmog ad oggi presente, anche perché se attualmente esistono delle antenne che irradiano migliaia di watt, il confronto con la singola postazione Wi-Fi è pressoché insignificante, ma se guardiamo la cosa su larga scala, inconsciamente ci troveremo in una situazione inaccettabile, perché le onde radio non sono visibili e le persone non percepiscono il pericolo: la vera alternativa è migrare verso tecnologie con il minor impatto ambientale.

Lo scopo di quanto scritto, vuole essere da stimolo alla curiosità di coloro che subiscono le informazioni attraverso i media. Cercare le informazioni altrove in maniera attiva e consapevole,  permette di creare le basi per una scelta voluta nell’utilizzo dello strumento e dei servizi informatici.

È doveroso da parte mia citare, oltre che wikipedia.org, anche www.grillipedia.org dove ho preso parte del testo, anche se non condivido il fatto di concentrare tutte le informazioni in un unico luogo, sono un ottimo punto di partenza, ma mi raccomando non cercate informazioni che riguardano personaggi politici, perché ciò che troverete potrebbe toccare il comune senso del pudore ;)

“Internet è mio e me lo gestisco io” potremmo dire parafrasando le femministe degli anni settanta , perché Internet non ha proprietà, non è finanziato dalle istituzioni e non è finalizzata per scopi esclusivamente commerciali, ne tantomeno per scopi militari, è il mezzo o lo strumento per eccellenza per la condivisione delle informazioni.

Infine per quanto riguarda molte proposte di leggi che negli anni sono state concepite dai legislatori, sono talmente distaccate dal mondo virtuale alla quale intendono essere applicate, che risultano desuete ancor prima della loro nascita.

Concludo con una notizia dell’altro mondo.

Delta Air Lines, presto consentirà ai suoi passeggeri di navigare su Internet grazie alla connettività Wi-Fi che sarà offerta su tutti gli aerei della sua flotta nei voli interni Americani. Il servizio sarà disponibile in volo anche a 10.000 metri di quota, ad eccezione delle fasi di decollo e atterraggio, e questo si che significa una connessione al volo.

Mentre per chi ha paura di volare,  L’impresa USTelematics negli Stati Uniti presenta il servizio 4VDO che tramite il WiMax trasmetterà i canali televisivi all’interno delle automobili.

Grazie a tutti per la collaborazione

3